A A A

300 D, una Chrysler da record

Venne lanciata sessant'anni fa, nelle versioni hard top e convertibile. Equipaggiata con un motore Hemi da 390 cavalli, era un fulmine. A Bonneville fu cronometrata a oltre 251 chilometri l'ora

Mer 8 novembre 2017


La Chrysler 300 D, lanciata sessant'anni fa, alla fine del 1957, è l'ultima versione del celebre modello a montare un motore Hemi FirePower. Otto cilindri a V di 6,4 litri di cilindrata, eroga 380 cavalli, che salgono a 390 negli esemplari dotati di iniezione al posto dei tradizionali due carburatori quadricorpo. Disponibile con carrozzeria chiusa o convertibile, rappresenta la massima espressione del concetto di vettura di lusso ad alte prestazioni, così come lo si interpreta in America.

E quando parliamo di alte prestazioni, non è per dire: sul lago salato di Bonneville, nello Utah, una 300 D stabilisce un primato a 251,68 chilometri l'ora (156,387 miglia). Una velocità strepitosa, molto vicina alla massima raggiunta sul rettilineo di Mulsanne dai prototipi Ferrari e Jaguar che lottano in quegli anni per la vittoria nella 24 Ore di Le Mans.

Oggi le Chrysler 300 D sono molto ricercate dai collezionisti, complice anche la rarità del modello. In tutto, infatti, furono prodotte appena 618 vetture con hard top e 191 convertibili.




Commenti

Scrivi il tuo commento

Inserisci il tuo nome ed indirizzo email per commentare

Invia

Compilando il campo "nome" o "e-mail" si acconsente a rendere pubblici i propri dati nella pagina dei commenti. I messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.