A A A

Jeep e Progetto Tamar, insieme per la protezione delle tartarughe

La missione del team di Progetto Tamar, in Brasile, è proteggere le tartarughe marine in via di estinzione. I SUV Jeep sono i loro fedeli compagni

Mar 10 aprile 2018


38 anni fa, i primi ricercatori di Progetto Tamar hanno iniziato a riscrivere la storia delle tartarughe marine a bordo di tre SUV Jeep. Oggi, è un orgoglio per il Marchio essere il partner ufficiale del progetto e vedere ogni cucciolo completare il suo percorso dal nido al mare.

ProgettoTamar1

Progetto Tamar (abbreviazione del nome portoghese TArtaruga MARinha) è stato uno dei primi a dedicarsi alla protezione di questi animali. Nato negli anni Ottanta, quando in Brasile l'uccisione delle tartarughe e il consumo delle uova a fini alimentari da parte dei pescatori locali e delle popolazioni nelle zone povere stava mettendo a repentaglio il ciclo di vita di questi rettili, è divenuto un punto di riferimento internazionale non solo nel campo della conservazione ambientale, ma anche per le sue implicazioni sociali per le comunità locali.

Il progetto coinvolge infatti i pescatori, che vengono assunti presso i centri di raccolta, e le loro mogli, che si occupano di realizzare il merchandising per i turisti. In molte zone povere del Brasile, le uova di tartaruga sono considerate una fonte di nutrimento: offrire un lavoro a queste famiglie significa fornire un'alternativa concreta e tangibile.

Questa strategia sta portando ottimi risultati: nella sola stagione 2016-2017 grazie a Progetto Tamar sono stati protetti 26 mila nidi e oltre 2 milioni di cuccioli sono riusciti a raggiungere il mare. Entro la fine di quest’estate saranno più di 35 milioni i piccoli di tartaruga salvati. Un contributo importante per la conservazione delle cinque specie che depongono le uova nel Paese: la tartaruga comune (Caretta caretta), la tartaruga embricata (Eretmochelys imbricata), la tartaruga verde (Chelonia mydas), la tartaruga bastarda olivacea (Lepidochelys olivacea) e la tartaruga liuto (Dermochelys coriacea).

ProgettoTamar2

La tartaruga svolge un ruolo chiave negli ecosistemi marini: ad esempio, contribuisce alla salute dei prati di Posidonia e delle barriere coralline. È un animale affascinante, che quasi sempre suscita simpatia, ma pochi sanno che è anche assolutamente fragile e indifesa. Solo una o due su mille sopravvive ai tanti pericoli della vita in mare, raggiungendo l'età di 30 anni, quando comincia il ciclo riproduttivo. Ai predatori naturali si aggiungono minacce di origine umana come le reti da pesca, l'inquinamento marino e il cambiamento climatico.

C'è ancora molto da fare, dunque, per proteggere questa specie dall'estinzione. Nei mesi di riproduzione, da settembre a marzo, i 25 siti di alimentazione e riproduzione disseminati su oltre 1.100 km di costa brasiliana vengono monitorati quotidianamente da ricercatori, volontari e dai pescatori assunti dalla fondazione Tamar detti “tartarugeiros”.

Si cerca di avvistare sotto costa femmine che escono dall’acqua per esplorare le spiagge e trovare le zone ideali per deporre le uova, e si predispongono ronde notturne, alla ricerca delle tracce lasciate dalle future "mamme" sulla spiaggia. Questo momento in cui la tartaruga si muove goffamente sulla terraferma è anche un’occasione per raccogliere dati morfometrici e materiale biologico per eventuali analisi genetiche. Le uova, grandi come palline da ping pong, vengono sotterrate nella sabbia: circa 100 uova ogni nido. I nidi vengono protetti con reti, e le uova controllate sul posto e spostate solo se si trovano in un'area poco sicura. Appena si schiudono, le tartarughe vengono liberate immediatamente nell’oceano.

ProgettoTamar3

L'obiettivo della partnership Jeep / Tamar è quello di fornire un accesso sicuro alle aree difficili da raggiungere durante il monitoraggio della deposizione delle uova e la nascita dei cuccioli. Jeep lo fa fornendo al team di Progetto Tamar veicoli Wrangler, Renegade e Compass, tutti con trazione integrale.

Uomo, natura e una gamma completa di SUV con capacità fuori strada senza pari combattono assieme per la sopravvivenza della specie.

 

Guarda il video dedicato a questo importante progetto di sostenibilità di Jeep in Brasile:


Progetto Tamar video



Commenti

Scrivi il tuo commento

Inserisci il tuo nome ed indirizzo email per commentare

Invia

Compilando il campo "nome" o "e-mail" si acconsente a rendere pubblici i propri dati nella pagina dei commenti. I messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.



Post correlati