A A A

Stelvio Quadrifoglio, emozione pura

Stelvio Quadrifoglio, il SUV più veloce del mondo, ha fatto il suo debutto su strada, presentandosi alla stampa internazionale a Dubai

Ven 15 dicembre 2017


Potente, sicuro, grintoso, sorprendente. Stelvio Quadrifoglio che di recente si è affermato come il SUV più veloce del mondo sulla pista del Nurburgring con il tempo di 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi, ha fatto il suo debutto su strada presentandosi alla stampa internazionale a Dubai.

Il suo esclusivo motore, un V6 2.9 Bi-Turbo benzina, è ispirato alle tecnologie e competenze Ferrari: 510 cavalli, coppia massima di 600 Nm tra i 2.500 e i 5.000 giri, accelerazione da 0 a 100 chilometri in appena 3,8 secondi e velocità massima di 283 chilometri orari, la più elevata della categoria.

Il cambio, automatico a otto marce, ha una calibrazione specifica che consente cambiate in appena 150 millisecondi (in assetto Race). Ma ci sono anche le leve in alluminio fissate sul piantone e non sul volante, come conviene alle vetture sportive.

Al top le dotazioni di sicurezza. Il motore interagisce con il sistema di trazione integrale Q4, che in condizioni di guida normale trasferisce il cento per cento della coppia all'asse posteriore mentre, all'avvicinarsi del limite, porta fino al 50 per cento della coppia sull'asse anteriore. Il sistema Alfa Active Suspension controlla le sospensioni in modo attivo e continuo, calibrandosi con la modalità scelta dal selettore DNA. C'è poi, l'Alfa Chassis Domain Control, che adatta dinamicamente l'assetto di Stelvio Quadrifoglio, prevenendo e gestendo le situazioni critiche. Al tutto si aggiungono l'Alfa Active Torque Vectoring, che consente al differenziale posteriore di controllare separatamente la coppia per ogni ruota e il sistema elettromeccanico Integrated Brake System (IBS) che si distingue per prontezza di risposta e spazi di arresto su qualsiasi tipo di fondo stradale.

Il design di Stelvio Quadrifoglio è la sintesi del saper fare italiano interpretato in chiave Alfa Romeo. Vale a dire, perfetta sinergia tra forma e funzione che si esprimono attorno a una vettura sensuale e grintosa.

Come le linee del cofano con le prese per il passaggio d'aria dall'interno verso l'esterno del vano motore. Come i fari led rastremati e separati dallo stilema Alfa Romeo. O, ancora, le minigonne sportive e i possenti archi passaruota in tinta carrozzeria. Il posteriore ha linee tonde, mentre i quattro terminali di scarico esprimono tutta la grinta del SUV. La stessa impronta sportiva e, allo stesso tempo elegante, si ritrova all'interno, in un abitacolo cucito con cura artigianale e materiali pregiati: fibra di carbonio, pelle e Alcantara accolgono gli occupanti in una sensazione tattile di benessere.

Al centro della plancia spicca il Connect 3D NAV 8.8” dotato di Apple CarPlay e compatibile con Android Auto. Stelvio Quadrifoglio sorprende. Potente e incollato alla strada. Veloce, ma docile da comandare. Mai impegnativo, perché i controlli elettronici trasmettono sicurezza prendendo in carico anche la più “ardita” delle manovre. Infine, Stelvio Quadrifoglio emoziona, perché il suono del suo motore entra dentro le orecchie, lo stomaco e attraversa il cuore. Alfa Romeo, ancora una volta, ha regalato emozione pura.



Commenti

Scrivi il tuo commento

Inserisci il tuo nome ed indirizzo email per commentare

Invia

Compilando il campo "nome" o "e-mail" si acconsente a rendere pubblici i propri dati nella pagina dei commenti. I messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.



Post correlati